Il vero mistero del mondo è il visibile, non l’invisibile.
Oscar Wilde

Tracciare i testi prima di stampare con InDesign

10

Tracciare i testi prima di mandare qualcosa in stampa è una buona abitudine. Non sempre, però, siamo in grado di farlo perché a volte il documento è composto di molte pagine, come nel caso di un libro o di un catalogo, e tracciare tutti i testi comporterebbe la produzione di un esecutivo di stampa troppo pesante e quindi difficile da gestire. In questi casi è meglio creare un pacchetto di stampa, assicurarsi che contenga tutte le immagini in alta risoluzione e tutti i font usati nel documento e affidarsi ad un bravo tipografo che provvederà a creare i pdf per la stampa in maniera ottimale per i suoi macchinari.

Per quelle pubblicazioni che lo consentono, come biglietti da visita, carte intestate, buste, volantini, pieghevoli, brevi brochure ecc., vale la pena tracciare sempre i testi, per evitare brutte sorprese quando ci arriva il pacco con le stampe, o – peggio ancora – quando arriva direttamente al nostro cliente.

Come si tracciano i testi in InDesign

Dentro a InDesign esiste uno strumento apposito per tracciare i testi che si trova alla voce di menu Testo/Crea Profili. Occorre prima selezionare il/i box di testo e poi andare sul menu Testo/Crea Profili, ed ecco che i testi si trasformano in tracciati.
Ma allora è facilissimo… oppure no?
Vediamo cosa succede usando questo strumento (malefico) creato apposta per ingannare i neofiti, ma anche i navigati, infatti qualche volta ha fregato anche me…
Come si può vedere nell’immagine qui sotto (fig. 1), il comando annulla molte formattazioni, che ho evidenziato con un punto interrogativo rosso: elimina le sottolineature dei caratteri e i filetti di paragrafo; non contento, vi fa anche scomparire i bullet delle liste e le numerazioni, e – se ciò non bastasse – vi fa scomparire il colore dei box di testo colorati. Insomma, un’ecatombe.

Tracciare testi con Adobe InDesign
fig. 1 – Effetti del comando Testo/Crea Profili in InDesign CC

Un altro aspetto negativo è che il comando ci fa perdere la possibilità di modificare i testi, quindi dobbiamo conservare una copia del documento con testo non tracciato in modo che se ci vengono richieste delle modifiche sui testi, possiamo effettuarle su quella copia.

Tracciare il testo in InDesign creando un profilo per la gestione delle trasparenze

Un trucco che si usa (fonte: InDesignSecrets) sfrutta la gestione delle trasparenze nell’esportazione di file pdf e eps a partire da documenti InDesign. In pratica, imposteremo il programma in modo che, se ci sono elementi trasparenti nella pagina, appiattisca la pagina in un unico livello, così come, nel mondo della grafica raster, si appiattiscono i livelli di un file di Photoshop per creare una jpg.

Questo sistema prevede tre fasi: 1) la creazione di un profilo per la gestione delle trasparenze, 2) l’aggiunta di un elemento trasparente sulle pagine del nostro documento e 3) l’esportazione del PDF.

1. Creazione del profilo per la gestione delle trasparenze

Andiamo sul menu principale alla voce Modifica/Prefediniti Spazio Trasparenze. Clicchiamo su Alta risoluzione e poi su Nuovo per ceare una copia personalizzata del profilo; ora inseriamo un nome, nel mio caso “Testi tracciati” (vedi fig. 2), e selezioniamo il flag Converti tutto il testo in contorni; lasciamo le altre impostaioni così come sono e clicchiamo su OK su tutti e due i pannelli.

In Design CC - Creare un profilo per la gestione della trasparenza
fig. 2 – Creazione di un Profilo Predefinito Spazio Trasparenza in InDesign CC

2. Aggiunta dell’elemento trasparente

Ora apriamo il nostro documento e, sulla pagina che vogliamo esportare con testi tracciati, disegniamo un rettangolo colorato a margine della pagina (fig. 3), che entri appena su questa. E’ importante che il rettangolo entri nella pagina e non rimanga completamente al di fuori della stessa perché in questo caso i testi non verranno tracciati. Con il rettangolo selezionato andiamo sul pannello Effetti (se non è aperto cliccare sul menu pricipale Finestra/Effetti) e digitiamo come valore di opacità di “0.01”.
Se vogliamo applicare il testo tracciato a tutte le pagine del documento, ci basta disegnare il rettangolo sulla pagina mastro.

InDesign CC - tracciare i testi con la trasparenza
fig. 3 – Creazione dell’elemento trasparente in InDesign CC

3. Esportazione del PDF con testi tracciati

Andiamo sul menu File/Esporta e, se non è già selezionato, selezioniamo Adobe PDF (Stampa); clicchiamo su Salva. Nella finestra di opzioni del PDF assicuriamoci che alla voce in alto a destra Compatibilità, ci sia selezionato Acrobat 4 (PDF 1.3) perché questo sistema funziona solo con Acrobat 4 (vedi fig. 4).
Selezioniamo ora Avanzate dal menu a sinistra e alla voce Modulo Converti Trasparenza selezioniamo il profilo per la gestione delle trasparenze creato in precedenza. Clicchiamo su Esporta, ed ecco che abbiamo ottenuto un PDF con testi tracciati da un file InDesign che ha ancora tutti i testi intatti.

InDesign CC - esportare PDF con testi tracciati
fig. 4 – Esportazione del PDF con testi tracciati – Adobe InDesign CC

Riassumendo

Per la mia esperienza, penso che tracciare i testi sia una cosa sensata da fare, soprattutto se ci si appoggia ad un servizio di stampa on line e non si hanno contatti diretti con chi stamperà il nostro lavoro.

Quando tracciare i testi?
1. Quando usiamo dei font che non possono essere incorporati per motivi di copyright
2. Quando non siamo sicuri dell’affidabilità dello stampatore
3. Quando vogliamo dormire sonni tranquilli

Iscriviti alla newsletter di Dangeloweb

Se ti interessano i contenuti del sito, non dimenticare di iscriverti alla mia newsletter. Niente spamming, solo una mail ogni tanto per avvisarti su cosa c’è di nuovo qui a Dangeloweb.

Il tuo nome*

La tua email*

*I campi contrassegnati dall'asterisco sono obbligatori.
Inviando questo modulo acconsenti al trattamento dei dati. I tuoi dati personali sono trattati in conformità al D.Lgs 196/2003.

About Author

Valentina D'Angelo

Lavora nella grafica dal 2000. Oggi è una freelance. Appassionata di comunicazione visiva, di segni e immagini parlanti. Innamorata di tutto quello che è nuovo e che è ancora da conoscere.

10 commenti

  1. Ciao Valentina e grazie per questo articolo che mi ha risolto un grosso problema con un libro di 164 pagine. Su un altro service di stampa che utilizzo c’è però scritto nelle specifiche quanto segue “Formati: PDF/X-4:2010, PDF/X-1a:2001, JPG – Trasparenze: possibili solo con PDF/X-4:2010” – Quindi se faccio il file impostando Acrobat 4 (PDF 1.3) presumo non vada bene.

    • Ciao Diego, sono contenta che questo trucco ti sia stato utile! Potresti provare prima a tracciare i testi come descritto e poi a convertire il pdf che ottieni nel formato richiesto dal tuo service.

  2. Hai salvato una tesi!
    Grazie. Non avevo mai avuto problemi né con l’espansione dei testi in ID né con lo stampatore, tranne in questo caso.
    (quando espandevo perdevo le note a piè di pagina).

Leave A Reply